Terresparse.it

Blog di viaggi e luoghi di interesse

Sei qui: Home » L’Assicurazione Sanitaria USA: cos’è e perché è indispensabile

L’Assicurazione Sanitaria USA: cos’è e perché è indispensabile

La programmazione di un viaggio negli Stati Uniti non può prescindere dall’iter amministrativo finalizzato ad ottenere i visti, le autorizzazioni e i documenti necessari per accedere al Paese.

Particolare attenzione deve essere dedicata all’acquisizione preventiva del visto di ingresso o dell’Esta, alla tipologia di passaporto e alla stipula di una buona assicurazione sanitaria USA.

Il Visto, indispensabile per soggiorni superiori ai 90 giorni, per permanenze più brevi è sostituito dall’Esta, un permesso elettronico da acquistare per soli 14 dollari sul sito ufficiale U.S. ESTA.

Il passaporto deve essere biometrico, cioè dotato di microprocessore contenente i dati identificativi del possessore. L’assicurazione sanitaria, sebbene non obbligatoria, è però indispensabile per affrontare con serenità il viaggio oltreoceano.

Assicurazione Sanitaria USA: a cosa serve e cosa copre

L’assicurazione sanitaria USA è in grado di garantire, a chi entra nel Paese per lavoro o per turismo, l’assistenza medica di cui dovesse aver bisogno nel corso del soggiorno negli Stati Uniti. È noto, infatti, che il servizio sanitario nazionale statunitense non è paragonabile a quello italiano, poiché non prevede assistenza convenzionata a costi accessibili.

L’assistenza medica gratuita, negli USA, è riconosciuta ad un numero esiguo di soggetti che vivono in un disagio economico e sociale di notevole portata, mentre la gran parte della popolazione deve provvedere in autonomia ad onorare il conto, di solito salatissimo, del medico.

L’assicurazione sanitaria, d’altronde, è il sistema di finanziamento impiegato anche dalla maggioranza dei cittadini residenti negli States, poiché in mancanza di una solida polizza, ben pochi disporrebbero di risorse economiche sufficienti per fare fronte alle onerose parcelle delle strutture ospedaliere.

La garanzia di un viaggio in totale sicurezza

Pur non essendo una dotazione obbligatoria, l’assicurazione sanitaria viaggio assume importanza rilevante per chi è diretto negli Stati Uniti, poiché in grado di salvaguardare la tranquillità del soggiorno sotto diversi punti di vista.

Sebbene l’aspetto sanitario acquisisca importanza preponderante qualora si dovesse incorrere in un infortunio, la polizza ideale, lungimirante e completa, salvaguarda il viaggiatore da un’infinità di rischi che possono minarne il viaggio.

L’ipotesi, mai remota, che si smarriscano i bagagli o si perda un volo, che un viaggio debba essere annullato o un trasporto aereo cancellato, è sempre da considerare e, soprattutto, da prevenire. Farsi trovare impreparati può essere causa, oltre che di considerevoli fastidi, anche di un notevole aumento dei costi di viaggio, con tutte le deleterie conseguenze che ne derivano.

Sottoscrivere una polizza sanitaria viaggio prima di partire per gli Stati Uniti consente di affrontare il viaggio in assoluta tranquillità: non ci saranno condizioni meteoriche avverse, scioperi, malanni né alcun altro fattore imprevedibile in grado di comprometterne la serenità e la perfetta riuscita.

Tra i rischi che è possibile coprire con una buona assicurazione, è bene ricordarlo, rientrano l’annullamento del viaggio, il furto, il danneggiamento o lo smarrimento dei bagagli, l’overbooking, gli eventuali incidenti in caso di viaggio finalizzato al compimento di attività sportive, la cancellazione di voli e trasferimenti.

I rischi coperti dall’Assicurazione Sanitaria USA

L’assicurazione sanitaria USA fornisce risposte affidabili ad un gran numero di necessità la cui natura può variare da quella strettamente medica a quella più ampiamente assistenziale. La polizza, infatti, si fa carico degli enormi costi delle prestazioni mediche ed ospedaliere comunemente erogate negli Stati Uniti.

Dei costi proibitivi della sanità americana si sente parlare spesso: pensiamo, ad esempio, che la semplice ingessatura di un piede può arrivare a costare anche 10.000 dollari mentre un banale ricovero in ospedale richiede una spesa che tocca i 1.800 dollari per ogni giorno di degenza.

A causa dell’entità di tali importi, l’assicurazione sanitaria USA deve disporre di un massimale piuttosto alto affinché possa coprire le spese eventualmente necessarie a garantire il trasporto in ambulanza, il ricovero presso una struttura ospedaliera, gli esami diagnostici, i farmaci e le cure mediche.

Oltre alle spese di carattere medico, come anticipato, l’assicurazione sanitaria sostiene la copertura dei costi di assistenza al titolare della polizza e ai suoi familiari più stretti. La polizza, infatti, interviene nel caso di rientro anticipato, di prolungamento forzato del soggiorno, o per consentire il ricongiungimento dei familiari.

Tra le varie forme di assistenza è possibile usufruire di un utilissimo servizio di sostegno telefonico H24, rigorosamente in lingua italiana, mediante il quale richiedere visite mediche direttamente al proprio domicilio.

Per concludere: meglio viaggiare in sicurezza

Dopo aver valutato attentamente l’entità dei rischi in grado di minare la riuscita di un viaggio negli Stati Uniti, diventa scontato annoverare, tra i documenti indispensabili da portare con sé, l’assicurazione sanitaria viaggio.

A fronte di uno sforzo economico esiguo, la polizza assicurativa garantisce sicurezza e tranquillità, evitando un dispendio economico che potrebbe rivelarsi di proporzioni immani.

Per evitare che un banale inconveniente possa rovinare un viaggio organizzato con cura e dedizione, basta davvero poco.

Fonte delle informazioni: ERGO Assicurazione Viaggi e Panorama Travel

Andrea

Torna in alto