Terresparse.it

Blog di viaggi e luoghi di interesse

Sei mai stato a Marrakech?

Marrakech, la quarta città del Marocco per dimensioni, 980 mila abitanti, circa due milioni di visitatori ogni anno; questi sono i numeri di questa città di alta cultura, tradizioni e bellezze, tutta da visitare e da vivere anche se è particolarmente caotica ma proprio per questo viva.

Cosa vedere a Marrakech

Le grandi città arabe, quelle antiche, sono caratterizzate dalla presenza della Medina, la parte vecchia, storica, protetta da possenti mura di cinta a loro protezione.

Questo, in passato, non è bastato, nella storia di Marrakech vi sono periodiche distruzioni sempre seguite da ricostruzioni e oggi puoi visitare in pace la sua Medina, la parte storica antica della città le cui mura furono costruite nel XII secolo.

Presumendo che il tempo a disposizione non sia molto, concentriamo l’attenzione rispetto alla visita alla parte vecchia che puoi girare a piedi pur ammirando cose davvero mirabili.

La Madrassa di Ali Ben Youssef

Ti trovi in una ex scuola coranica, una Madrassa in lingua araba dove gli studenti affollavano le sue sale fino al 1962; oggi è dismessa rispetto a quell’uso religioso e rappresenta uno dei principali monumenti della città.

All’interno di questa antica scuola coranica, costruita nel XIV secolo, si ammirano opere d’arte Andaluso-Marocchina e potrai ammirare in articolare decorazioni con la tipica arte calligrafica araba che già da sé è un’opera d’arte astratta.

Tutta la struttura è una mostra di incisioni, mosaici e decorazioni ma la parte più suggestiva è rappresentata certamente dal Chiostro interno. Qui trovi archi a forma di ferro di cavallo che nel loro insieme sono un susseguirsi armonico di bellezza architettonica.

All’epoca in cui questa struttura era in finzione come scuola coranica, gli studenti vivevano al suo interno in maniera molto simile allo stile di vita del monasteri cattolici: al piano superiore, infatti, si trovano le celle in cui vivevano gli studenti, una vita umile ed austera.

Il Museo di Marrakech

I musei sono importanti nelle visite turistiche perché consentono al visitatore di immergersi e conoscere la cultura, le tradizioni della gente che popola il luogo in cui ti trovi.

Il Museo si trova a poca distanza dalla Madrassa e risale al XIX secolo; in passato fu la sede ove si svolsero le intricate vicende che portarono il Marocco ad essere una colonia francese. Al suo interno si trovano opere d’arte tradizionale e molti libri antichi, monete e manufatti sia berberi che ebraici.

 

Annesso al Museo, una cosa che per i musei che siamo abituati a frequentare è assolutamente originale e inaspettata: l’Hammam, il bagno turco con annesso un ricco salotto in stile Andaluso.

La Cupola Ba’adiyn

Questa elegante struttura che richiama l’architettura Andalusa, di cui un mirabile esempio è l’Alhambra di Granada, ha un’apparenza semplice ma piena di fascino. La sua semplicità è solo apparente poiché all’interno si possono ammirare stucchi e trafori che testimoniano la raffinatezza di quella società già mille anni fa.

Questa cupola fa parte di un sistema di antiche fontane che circondavano la Moschea.

Suk e medicina tradizionale

Non puoi mancare una visita ad uno dei Suk che si trovano nella città vecchia: stoffe, oggetti di artigianato, spezie profumatissime, oggetti di ogni genere si trovano sulle bancarelle di questi caotici mercati.

Certamente sarai avvicinato da qualcuno che ti si offre come guida ma che, in realtà, ha lo scopo di portarti nella bottega di qualche suo conoscente o amico guadagnandoci qualcosa sula vendita.

La piazza di Marrakech, Rahba Kedima, è estremamente pittoresca ma la particolarità è che qui si trovano mercanti di medicine tradizionali marocchine. Unguenti, elisir, pozioni ed estratti che, secondo la medicina tradizionale di questi luoghi, curano ogni male possibile. Funzioneranno?

Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto